Storia e Mito">

Storia e Mito

Storia e mito hanno in comune la forma di rappresentazione: il racconto.
La differenza non sta nel fatto che la storia è racconto di fatti veri, mentre il mito è racconto di cose false.
La differenza è che il mito racconta cose universali, la storia racconta cose particolari.
Il racconto ha sempre la funzione di insegnare, e pertanto sia la storia che il mito insegnano.
Ma, mentre la storia insegna ciò che è avvenuto nel passato, dandoci le coordinate del presente, il mito insegna i grandi fatti esistenziali e metafisici, dando le coordinate dell’esistenza e dell’immutabilità nella condizione umana.

Storia e mito servono, in sostanza, a due cose diverse.
La categoria del mito è più funzionale a chi, come i greci, vuole conoscere, capire e spiegare.
La categoria della storia è più funzionale a chi, come i romani, vuole legittimare e conservare il frutto del proprio passato, ossia l’impero costruito.
La storia, come categoria di pensiero, è legata al tempo molto più che il mito.
La storia ha fiducia nella categoria del progresso, inteso come evoluzione, e coltiva la religione della memoria.