Introduzione

Il sistema operativo è stato sviluppato dalla Apple, Inc. ed può essere utilizzato solo per piattaforme Macintosh (quindi non i Pc-Ibm compatibili). Il simbolo che ha sempre contraddistinto i computer Macintosh è la mela (Apple, per l'appunto), mentre quello per il sistema operativo è una faccia sorridente bi-colore (blu scuro e blu chiaro).

LisaDesk

Il primo sistema operativo della Apple risale al gennaio 1983, LisaDesk, disponbile all'epaca su piattaforme Lisa e Lisa2. Primo sistema operativo in assoluto che presenta un accenno di interfaccia grafica (interfaccia WIMP). Due anni più tardi viene ribattezzato in Macintosh XL.


System 1

La prima vera versione del sistema operativo della Apple è chiamata System 1 (disponbile con la famiglia 128K). La versione 1.0 fu rilasciata nel gennaio 1984, mentre la 1.1 a maggio dello stesso anno. Queste due versioni sono direttamente basate su LisaDesk, con minori funzionalità ma con una maggiore stabilità. Da segnalare nella versione 1.1 l'introduzione dei font (vedi immagine sotto).


System 2

Dopo la versione 1.1 del maggio 1984 ci furono anche le versioni 1.2, 1.3 e 1.4, ma sono considerate come versioni 'beta' del Mac OS 2. Tutte e tre furono sviluppate tra giugno 1984 e aprile 1985, quando fu rilasciata la versione 2.0 del sistema operativo. Con questa nuova versione appaiono anche i sistemi Macintosh 512K. Il sistema operativo era grande 173 KB, ancora più piccolo della prima versione (219 KB).
Dopo la 2.0, fu rilasciata anche la versione 2.1, consistente nell'aggiornamento del software di sistema.


System 3

Nella terza versione, rilasciata il gennaio 1986, furono introdotti anche i nuovi modelli Macintosh, Plus. Un aggiornamento così massiccio si può rivedere solo con il passaggio da Mac OS 7 a Mac Os 8 e fu introdotto, come principale novità il formato dei file HFS, che rese estremamente veloci rispetto alla versione 2 il sistema. Il sistema HFS non è mai stato abbandonato dalla Apple, ma è stato aggiornato solo nella versione 8.1 (anno 1998).

Nella versione 3.1 (febbraio 1986) fu aggiornato nuovamente il software di sistema, arrivato ormai alla versione 1.0, la quale però fu piena zeppa di bug ed infatti la versione 3.2 (giugno 1986) del Mac Os colmò ben 30 bug. A gennaio del 1987 fu invece rilasciata l'ultima versione della serie 3, la 3.3, la quale include il programma AppleShare ed il software di sistema nella versione 2.0 (molto più stabile rispetto alle precedenti versioni).


System 4 e 5

La quarta versione (datata marzo 1987) eliminò i restanti bug presenti nelle versioni 3.2 e 3.3. Ma questa versione resta celebre per l'incompatibilità con i sistemi Macintosh 128K (i primi sistemi made by Apple). Quindi la versione 4.0 poteva essere utilizzata su sistemi 512K, 512Ke, Plus, II ed SE, mentre il sistema 512K fu abbandonato dalla versione 4.1. Nella versione 4.2 fu introdotto il pannello di controllo a colori (come furono introdotti i monitor a colori, dalla versione 4.0), la possibilità di eseguire più programmi nello stesso momento (multi-thread) e il software di sistema alla versione 5.0. La versione 4.3 invece fu soltanto un aggiornamento 'minore', cioé l'aggiornamento di alcuni driver.
Le versioni 5.0 e 5.1 furono, come la 4.3, aggiornamenti minimi al sistema operativo, soprattutto per i sistemi II.


System 6

Rilasciato nella versione 6.0 agli inizi del 1988, prevedeva il miglioramento del supporto multi-task (o multi-thread) ed il supporto del SuperDrive. Disponibile per sistemi Plus & SE e nelle versioni successive (dalla 6.0.1 alla 6.0.8) per II, IIx, IIcx, Portable, IIci, IIfx e Classic & LC.